Serie C, girone C: risultati e classifica

0
70



Sei partite con fischio d’inizio alle ore 14:30 nel girone C di Serie C, si ferma ancora il Trapani che pareggia 1-1 in casa contro l’Andria. I granata terminano la sfida con l’amaro in bocca, dopo essere passati in svantaggio al 4’ per un gol di Quinto la squadra di Calori aveva rimesso le cose in pari grazie all’autorete di Colella al 22’. Succede quindi tutto nel primo tempo mentre nella ripresa nonostante la spinta e lo sforzo la formazione siciliana non riesce a conquistare i tre punti ma termina la gara tra il nervosismo generale dopo il gol annullato a Evacuo. Sale a 64 il Trapani mentre sono ora a 36 i punti dell’Andria; nel prossimo turno derby siciliano contro il Catania. Vince invece il Lecce che è sempre più capolista grazie al 2-0 sul Racing Fondi. Apre la giornata dei giallorossi la rete di Lepore e la chiude all’86’ Di Piazza. Tre punti che mandano i pugliesi a quota 71, i ragazzi di Liverani portano a casa la seconda vittoria consecutiva dopo un periodo complicato. Torna quindi la vittoria anche al Via del Mare dopo più di due mesi, mentre la formazione ospite resta ferma a quota 26 punti sempre a sei lunghezze dalla Paganese – oggi di riposo.

Vince anche la Juve Stabia in casa contro il Monopoli, i gialloblù superano proprio l’avversario di giornata in classifica grazie alle reti segnate da Simeri e da Canotto, una per tempo. Nei minuti di recupero della prima frazione di gioco era arrivato il momentaneo inutile pareggio di Salvemini, la squadra di Giuseppe Scienza resta comunque ferma a 48 punti mentre sale a 50 quella di Fabio Caserta che nel prossimo turno affronterà il derby contro la Casertana. Il Monopoli gioca bene nel primo tempo ma i padroni di casa riescono ad essere più concreti e incisivi facendo così un successo prezioso. Bene anche il Catanzaro in casa contro il Siracusa, mi giallorossi fanno così un altro passo verso la salvezza grazie alla rete di Riggio al 23’. Il primo tempo termina con un meritato vantaggio per la squadra di Giuseppe Pancaro, la ripresa non regala invece molte emozioni ma i giocatori di Paolo Bianco non riescono a equilibrare le cose rimangono così fermi a quota 44 punti – al nono posto. Il Catanzaro sale invece a 40 portandosi a +8 sulla zona playout a tre giornate dalla fine. Vince poi la Reggina in casa del Bisceglie, i granata possono festeggiare grazie ai due gol segnati da Sciamanna e Pasqualoni che hanno così annullato la rete segnata da Risolo al 21’. Nella ripresa i padroni di casa attaccano a testa bassa ma non trovano il pareggio e rimangono quindi a quota 38. Si avvicina invece alla salvezza la squadra di Maurizi che si trova ora a quota 36 prima di ricevere nel prossimo turno l’Akragas. Proprio quest’ultimo viene sconfitto in casa anche dal Catania, i rossazzurri passano in vantaggio con Lodi e raddoppiano con Curiale. Mazzarani chiude la pratica, la formazione di casa segna poi con Pastore ma le cose non cambiano. L’Akragas resta ultima a quota 10 ormai condannata alla Serie D, il Catania sale invece a quota 67 in attesa di ospitare il Trapani nel prossimo turno.

Per quanto riguarda poi le gare delle 16:30, pareggio per 2-2 tra Virtus Francavilla e Matera; a Brindisi i gol portano le firme di Anastasi e Madonia per quanto riguarda la squadra di D’Agostino e di Tiscione e De Falco (entrambe nella ripresa) per la formazione di Auteri che si porta così a quota 46 dopo due sconfitte consecutive. Il pareggio non cambia invece i piani della formazione di casa ora a quota 43 che continua ad inseguire l’obiettivo play-off. Successo poi per la Casertana in casa del Rende, il gol dell’1-0 porta la firma di De Rose al 68’. Dopo un primo tempo equilibrato la ripresa vede la squadra ospite costruire un’azione perfetta e passare così in vantaggio e salire a quota 44 avvicinandosi all’avversario di giornata che resta fermo a quota 46. Stesso risultato anche nell’ultima partita giocata alle 18:30 con il Cosenza capace di vincere in casa della Sicula Leonzio. D’Orazio segna e Saracco para regalando così tre punti alla squadra di Piero Braglia che si porta al quinto posto a quota 48. Resta fuori dalla zona play-off a quota 42 la squadra siciliana di Aimo Diana che nel prossimo turno sarà impegnata in trasferta contro la Paganese.



Source link

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.