Serie C, girone A: risultati e classifica

0
71



Giornata importante per il Livorno nel girone A di Serie C, gli amaranto vincono 2-0 contro il Pisa grazie alle reti di Doumbia e Vantaggiato. Con questo successo la squadra di Sottil torna in testa alla classifica da sola a quota 63, con due punti di vantaggio sulla Robur Siena a 61 punti. Una gara importante contro il Pisa che si ferma dunque a 58 punti e rallenta la corsa dei nerazzurri che sognavano di poter raggiungere la Serie B ma dovranno probabilmente passare dai playoff. Giornata invece non positiva per per la Robur Siena, sconfitta 1-0 da un Arezzo in crisi societaria da un gol di Cutolo. Nono gol stagionale per il giocatore capace così di fermare la corsa dei bianconeri di Mignani che rimangono così fermi a quota 61. Si porta invece a 36 l’Arezzo che riesce così a conquistare un successo importante. Da una toscana all’altra, buon pareggio della Carrarese in casa del Pontedera. 1-1 il risultato finale, in gol Grassi e Biasci con gli uomini di Baldini che salgono così al quarto posto in classifica insieme alla Viterbese a quota 52 punti. L’avversaria di giornata si porta invece a quota 42. Altra sconfitta invece per la Giana Erminio che al Città di Gorgonzola viene superata 2-0 da una Lucchese determinata a molto brava a sfruttare le occasioni create. Di Baroni e Cecchini le reti dei rossoneri, un ko in casa che per i lombardi – ora a quota 41 punti in classifica – che rischiano ora di compromettere il loro cammino verso l’obiettivo play-off. Il successo dei toscani invece permette loro di salire a quota 41, raggiungendo proprio gli avversari di giornata nella graduatoria.

Un’altra bella vittoria di giornata è quella messa a segno dal Gavorrano che vince in casa della Pro Piacenza per 2-1 (a segno Musetti per la squadra di casa, Remdi e Damonte per gli ospiti bravi a rimontare l’iniziale svantaggio negli ultimi minuti della partita. Grazie a questo successo il Gavorrano compie un importante balzo in avanti salendo a quota 33, ferma al quartultimo posto a 35 la Pro che cade in piena zona play-out: gli emiliani di Pea sono reduci da cinque sconfitte consecutive e rischiano inoltre altre due punti di penalizzazione nei prossimi giorni. Dopo circa un mese torna poi a vincere la Pistoiese, che sconfigge l’Arzachena grazie a un calcio di rigore trasformato da Ferrari e concesso dal direttore di gara per un fallo su Surraco. Un 1-0 finale nonostante le grandi proteste dei padroni di casa, che si sono sentiti fortemente penalizzati dall’arbitro ma sono così rimasti a 38 punti. Salgono a 42 i toscani invece. Pareggio anche tra Olbia e il Prato ultimo in classifica, con la gara che è terminata 1-1. A sbloccare la partita gara sono stati gli ospiti con la rete di Ceccarelli, mentre gli avversati hanno rimesso tutto in equilibrio con Iotti. Squadre che si sono così portate rispettivamente a quota 43 e 25 punti. I sardi in questo finale di campionato proveranno a raggiungere il Cuneo e soprattutto a tornare ad almeno otto punti di distanza dalla quart’ultima in classifica per evitare la retrocessione diretta. Nel pomeriggio, si è chiusa la 35^ giornata con il programma dei due posticipi Alessandria-Piacenza e Cuneo-Viterbese.

Termina 1-1 la gara in casa dei piemontesi che passano in vantaggio con Gatto ma subiscono al 95’ la rete di Romero. La squadra di Marcolini non riesce così a tornare alla vittoria e sale a quota 50 mantenendo il sesto posto. La formazione di Franzini invece conquista un pareggio in extremis che la porta a quota 45 in ottava posizione. Nel prossimo turno le due squadre saranno rispettivamente impegnate contro Gavorrano e Pro Piacenza nel derby. L’ultima partita di giornata ha visto il Cuneo vincere in casa contro la Viterbese dopo un mese e mezzo senza successi. Una prova in ombra degli ospiti che subiscono la rete di Schiavi al 54’ e non riescono a rimediare nemmeno negli ultimi minuti di gara. Resta ferma a quota 52 la squadra di Sottili mentre sale a 32 la formazione piemontese che nel prossimo turno – sabato – incontrerà la Robur in trasferta. Pronta invece a fermarsi per un turno di riposo la Viterbese.



Source link

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.