Serie B, Unicusano Ternana: Mariani vuole la massima concentrazione

15 Febbraio 2018
223 Views


Serie B

Il patron Bandecchi ha chiesto ai tifosi di avere fiducia nel nuovo allenatore. Si lavora in vista del Brescia: Favalli ko, torna Signorini. Oggi test con l’Under 17

Sullo stesso argomento

Serie B, il tecnico dell‘Unicusano Ternana vuole dai suoi calciatori la massima concentrazione. Due gare, troppo presto per giudicare. L’appello del patron Stefano Bandecchi, martedì in conferenza stampa, è stato di avere fiducia nella cura Mariani, anche se le prime due uscite dell’Unicusano Ternana sotto la sua direzione non hanno portato alcun punto. A dispetto dei risultati, però, la squadra è risultata diversa, soprattutto nella gara interna con l’Entella: più corta ed efficace fino alla conclusione in porta che – si sa –per ben cinque volte si è infranta sul palo.

UOMINI. Nei suoi primi 180 minuti nella serie cadetta Mariani ha cambiato poco. Si è affidato a una difesa a tre con due esterni alti di vocazione offensiva, soprattutto nel match del Liberati dove Defendi ha interpretato ottimamente il suo ruolo sulla destra e così ha fatto Statella, già presente peraltro al Manuzzi. In cabina di regia contro l’Entella ha giostrato Tremolada che a Cesena Mariani aveva invece inserito nella ripresa. Davanti Montalto e Carretta sono – a ragione – i due punti fermi da cui partire, mentre per Piovaccari ci sono stati più o meno quindici minuti a match per essere utile alla causa (la sensazione è che debba ancora trova re la forma migliore). Da un punto di vista di formazione, dunque, si può già tracciare una tendenza: cambiare il meno possibile, affidarsi a un undici che sia compatto e unito, senza troppe variazioni di uomini da una gara all’altra. Ma soprattutto di modulo, che è forse stato uno dei fattori che ha complicato il cammino delle Fere nel girone d’andata. Anche perché, oltre al dato eclatante di Montalto, secondo nella classifica dei cannonieri,a livello individuale le cifre dei giocatori rossoverdi non sono da ultimo posto in classifica. Statisticamente, basta ad esempio guardare i numeri di Paolucci, che è il secondo in tutta la serie B per numero di passaggi.

ATTENZIONE. In cosa deve dunque migliorare, in vista della gara di Brescia, l’Unicusano Ternana? Innanzitutto nell’attenzione dei singoli, che è costata diversi punti ai rossoverdi dall’inizio della stagione. Non stiamo parlando di sfortuna quindi, ma di mancanza di concentrazione durante tutti i novanta minuti. In particolare in difesa dove – ovviamente – anche un solo secondo di guardia abbassata può costare caro. Lo abbiamo visto sabato scorso nel caso di Valjent. Ora, nel prossimo match di Serie B, è essenziale che non accada di nuovo e che in avanti ci sia più precisione, magari con la stessa intensità offensiva vista nella gara contro l’Entella.

IN CAMPO. Doppia seduta di lavoro per l’Unicusano Ternana ieri all’antistadio: è tornato in gruppo Signorini mentre ha subito una leggera distorsione alla caviglia sinistra Favalli. Oggi amichevole contro gli Under 17.





Source link

condividilo nei tuoi social

Leave A Comment