Serie B Palermo, Puscas: «Ci fidiamo di Foschi, pensiamo solo al campo»

11 Febbraio 2019
40 Views



PALERMO – Sconfiggendo il Perugia al Curi, il Palermo ha dimostrato di saper dare il meglio di sè nonostante le turbolenti vicende societarie, ed essere pienamente in corsa per la promozione in Serie A. Uno dei protagonisti della vittoria contro i biancorossi, l’attaccante romeno Georghe Puscas, ha parlato oggi in conferenza stampa: “Abbiamo ottenuto tre punti importanti a Perugia e questo è più importante dei miei due gol. È chiaro che sono felice di essermi sbloccato e voglio ringraziare tutti i miei compagni. È chiaro che il gol mi è mancato. Questi momenti possono però capitare, la cosa importante è rimanere sempre concentrati”. Questo venerdì in Sicilia arriva il Brescia, che ha soffiato ai rosanero la vetta della classifica: il match si preannuncia scoppiettante, perchè influirà molto sul rush finale della stagione: “Arriviamo carichi alla sfida di venerdì, è un appuntamento importante per tutti coloro che amano questi colori. Dobbiamo rimanere concentrati e state sul pezzo, perché vogliamo centrare il nostro obiettivo”. Puscas analizza poi gli avversari: “Il Brescia è una squadra forte, che rispettiamo. Noi dobbiamo solo pensare a fare il nostro e a dare il massimo. Il sogno è quello di vedere lo stadio pieno, con i tifosi pronti a dare la loro spinta”.

SU FOSCHI – L’attaccante scuola Inter sa che non si vince senza tifosi: “Abbiamo bisogno dei nostri tifosi e del loro sostegno, per noi è importantissimo. Li aspetto allo stadio e li invito ad essere presenti allo stadio venerdì sera. L’accoglienza dell’altra sera è stata veramente bella. Noi faremo il massimo per rendere i nostri tifosi felici”. Puscas non si addentra nelle vicende societarie: “Non dobbiamo pensare a ciò che succede fuori dal campo. Dobbiamo rimanere concentrati e pensare a fare bene partita dopo partita. Ci fidiamo del direttore Foschi, al quale siamo tutti molto legati. Guardando alla squadra ho visto degli uomini veri che pensano solo al campo e non allo stipendio. Le vicende della squadra sono le più importanti per noi”. Chiusura sul modulo: “Non ho preferenze. Per noi è importante rispettare le richieste del mister. Il lavoro paga e non mollerò mai nulla da qui fino alla fine della stagione. Non sarà importante chi metterà a segno il gol decisivo venerdì. La cosa più importante sarà vincere”.



Source link

condividilo nei tuoi social

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.