Sassuolo in emergenza? Basta Defrel per stendere l’Udinese

25 Settembre 2016
238 Views

I neroverdi privi di sei titolari regolano di misura i friulani al Mapei Stadium (1-0) e riprendono la loro corsa dopo il passo falso del Bentegodi: gli uomini di Iachini reagiscono troppo tardi e colpiscono due traverse nel finale.

Se non ci fosse stato un finale rusticano dei friulani, si potrebbe parlare del classico massimo risultato con il minimo sforzo. Invece non è così. Ma poco male per un Sassuolo privo di otto infortunati (tra cui ben sei titolari) e comunque capace di dominare in lungo e in largo per un’ora, conquistando un 1-0 (decide il terzo gol in campionato di Defrel) a proprio favore nella sesta giornata di Serie A.

Al Mapei Stadium si tratterebbe del quarto successo in campionato per i neroverdi, se non ci fosse stata la sconfitta a tavolino con il Pescara. La classifica recita 9 punti, due in più di un’Udinese che ha giocato soltanto nell’ultima mezz’ora per colpa di scelte di formazione insolite da parte di Beppe Iachini.

Di Francesco ha fuori per infortunio Gazzola, Berardi, Missiroli, Sensi, Cannavaro, Duncan e Matri. Un totale di sei titolari indisponibili a cui reagisce schierando Mazzitelli a centrocampo e Ragusa nel tridente. Iachini, invece, lascia fuori a sorpresa Zapata e ne paga le conseguenze. Perché giocare con De Paul e Penaranda per poi lanciare lungo sistematicamente espone i friulani alla maggiore organizzazione dei padroni di casa. Che, dopo aver solleticato Adnan a sinistra in un paio di occasioni, passano al 34’ con Defrel, bravo a stoccare da un passo su cross di Lirola e mancata uscita di Karnezis. L’Udinese sbanda, rischia ancora e Iachini è costretto a correre ai ripari inserendo Zapata per De Paul ancor prima dell’intervallo (39’).

Ne nasce un’altra partita. Il passo dei neroverdi si fa meno brillante, mentre l’Udinese cambia definitivamente il ritmo con l’ingresso di Perica per Penaranda (61’) e l’esordio in A del classe ’96 Ewandro (per Thereau al 74’). Al 72’ Kone calcia per la prima volta in porta impegnando Consiglidalla distanza, mentre tra 89’ e 90’ gli ospiti colpiscono due traverse. Prima con una deviazione di Antei su tiro-cross di Perica e poi con Felipe sugli sviluppi di un corner. Troppo tardi per uscire indenni dal Mapei Stadium.

condividilo nei tuoi social

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.