Ranieri, bivio verità e sogno conferma

20 Aprile 2019
23 Views


ROMA – È la partita più insidiosa da qui alla fine del campionato, Ranieri recupera quasi tutti gli infortunati e superata l’emergenza (l’unica assenza tra i titolari è quella di De Rossi) adesso si affida agli uomini. Manderà in campo i giocatori più forti di testa, quelli che ci credono, che vogliono giocarsi il futuro in queste sei partite che mancano. Il prossimo anno cambieranno tante cose, ci saranno molte partenze, ma chi resta vuole avere la possibilità di giocarsi la Champions. Ranieri in poco più di quaranta giorni ha lavorato molto sulla testa dei giocatori, per fargli recuperare autostima, convinzione, quando, a un certo punto della stagione, sarebbe stato facile mollare tutto in un clima di pericolosa rassegnazione. Invece le ultime due partite hanno restituito alla squadra la possibilità di rientrare in corsa per il quarto posto. E molto dipenderà da questa sera, contro l’Inter anche Ranieri si gioca molto, perché ha intravisto la chance di guadagnarsi una sorprendente conferma. Con la società ai primi di marzo si era accordato in pochi minuti sul contratto per tre mesi da allenatore, poi aveva lasciato in stand by l’impegno per la prossima stagione, quel ruolo dietro la scrivania non lo esaltava, si sente ancora un uomo di campo e ha preferito tenersi le mani libere.

ROMA, OLSEN NON FA IL PORTIERE


Roma, El Shaarawy a Termini prima di partire per Milano

CONTE – Adesso, di fronte alle difficoltà incontrate dalla società nel coronare il sogno di portare sulla panchina giallorossa un allenatore di prima fascia del calibro di Conte o Sarri, anche la candidatura di Ranieri, scelto proprio per non avere impegni al momento di decidere l’allenatore per la prossima stagione a giugno (Paulo Sousa, corteggiato da Baldini per mesi, non avrebbe accettato un contratto di tre mesi e ha preferito il Bordeaux, dove ha firmato fino al 2022), potrebbe prendere quota. Alla Roma non ci sono ancora certezze. Perché Conte ha ascoltato varie offerte, compresa quella della Roma, ma non si è impegnato con nessuno. Ha parlato anche con Inter e Milan e prevede che nei prossimi giorni si facciano vive anche Juve e Psg. Vuole conoscere meglio il progetto e lo fa nel corso di diversi colloqui che intrattiene con l’ad Guido Fienga. Conte vuole tornare ad allenare ed entro i primi di maggio prenderà una decisione, ma convincerlo ad accettare la Roma resta difficilissimo.

Leggi l’articolo completo sull’edizione del Corriere dello Sport-Stadio oggi in edicola

ROMA, C’E’ IL NODO TOTTI

condividilo nei tuoi social

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.