Orgoglio Sarri: «Siamo il Napoli, non l’anti-Juventus»

0
56

Il tecnico dei partenopei è soddisfatto dopo il successo in casa della Spal ma preoccupato per MIlik: «Battuta un’avversaria forte su un campo indegno, siamo più forti rispetto agli anni passati»

Soddisfazione per il successo esterno di Ferrara ma preoccupazione per le condizioni di Milik, uscito in lacrime per un infortunio al ginocchio destro, nelle parole di Maurizio Sarri dopo il match del ‘Mazza‘: «La Spal ha fatto un’ottima partita e abbiamo giocato su un terreno indegno per questa categoria – ha detto ai microfoni di ‘Premium’ il tecnico del Napoli, capolista con 18 punti in 6 partite -. E per una squadra come la nostra essere costretti a fare sempre un tocco in più il problema si accentua». L’allenatore toscano riconosce innanzitutto «la grande partita degli avversari. Abbiamo dovuto fare un secondo tempo di buon livello per vincere. Se la Spal è giocherà così per tutto l’anno, questo sarà un campo difficile».

Nessuna novità ‘a caldo’ invece sulle condizioni del centravanti polacco: «Milik? Non lo so, domani farà un controllo e avremo le idee più chiare. Non è comunque il ginocchio che si è infortunato l’anno scorso»Sarri afferma poi di non sentirsi l’antagonista principale della Juventus«Non ci sentiamo l’anti Juve, siamo una squadra che sta facendo tanti punti e siamo migliorati rispetto agli scorsi anni: siamo più capaci di sopportare gli eventi negativi delle gare. Abbiamo fatto un buon inizio, questo ci dà fiducia ed entusiasmo per continuare a lavorare».

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO