Nuovo Monza alla Fininvest, Galliani: “Un atto d’amore di Berlusconi”

0
40



Berlusconi e Galliani rientrano nel calcio e lo fanno ripartendo da Monza. Dopo gli anni di successi al Milan, ora una nuova esperienza in Serie C. La società del presidente Colombo è passata ufficialmente a Fininvest per una cifra superiore ai 3 milioni di euro, Adriano Galliani può quindi presentare il nuovo progetto Monza: “È una giornata di grande commozione per me – ha dichiarato il nuovo amministratore delegato della società . Grazie a Berlusconi torno nella mia squadra del cuore. Nel 1979 conobbi Berlusconi, mi chiese se fossi in grado di creare tre reti televisive con l’elettronica industriale. Dico di sì, ma a una condizione: seguire il Monza in casa e in trasferta. Dovevo seguirlo anche a Catania e Bari, Berlusconi mi guarda come un pazzo ma mi dà l’ok. Mi sono fatto 10 anni di Monza, per poi andare nel Milan nel 1985. Però, anche quando ero in rossonero, ho sempre chiesto cosa avesse fatto il Monza. Ce l’ho nel DNA. Nel 1975 vincemmo il campionato di C, acquistammo Braida che giocava nel Palermo. Poi portai al Monza Daniele Massaro. Oggi un’operazione fatta con grande romanticismo da Berlusconi. Sono stato per 31 anni in prestito al Milan, ora torno a casa. La mia vita senza Berlusconi sarebbe stata diversa e meno divertente. Non sarei andato in nessun’altra squadra, solo al Monza. Kaka? Del futuro ne risponderà solo Berlusconi”.

“Milan-Monza? Lo sognerò tra due anni”

“Questa trattativa nasce il 31 agosto con una telefonata tra me, Nicola e Felice Colombo – prosegue – Non abbiamo detto una parola e da stamattina Fininvest ha acquisito il 100% delle quote. Siamo felici di avere Nicola Colombo presidente, gli chiediamo di mantenere questo primo posto per altre 35 giornate. Per Berlusconi è stata una questione altrettanto romantica, voleva fare qualcosa per il suo territorio. Non si era disamorato del Milan, ma gli impegni politici lo hanno frenato. Non ho insistito per fargli comprare il Monza, è stata una decisione naturale di Fininvest. Ovvio che mi abbia fatto felice, poi subito sono saltato addosso a Colombo. Sono legato in maniera indissolubile a Berlusconi e il mio destino è legato a lui. Vincere il campionato? È più facile salire dalla B alla A che dalla C alla B. Di professione faccio il tifoso. Sono pazzo del Milan, ancora esulto, e lo sono anche del basket. Non c’è niente di meglio dei risultati, se sarà un Monza simpatico aumenteranno i tifosi. Milan-Monza nel futuro? I sogni non si possono bloccare, la sognerò tra due anni”. Poi sulla squadra: “Abbiamo un buon centravanti, Cori, un buon portiere, un buon allenatore e un buon direttore sportivo. Vi prego di finirla con i nomi ex Milan, non ho parlato con nessuno ma parlo solo con Antonelli e lo sprono a prendere giocatori. Bisogna muoversi con criterio, non puoi portare Messi al Monza”.



Source link

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.