Milan, Leonardo blinda Suso: «Non ci sono offerte, mai ipotizzata una cessione»

0
52


MILANO – «Offerte per Suso sinceramente non ce ne sono mai state. Se escludo al 100% una sua partenza? Non l’abbiamo mai ipotizzata e non c’è nulla che ci faccia pensare il contrario». Lo assicura il direttore tecnico del Milan, Leonardo, nel corso della presentazione di Ivan Strinic. «Oggi con l’agente di Suso non si è parlato di offerte ma di quello che esiste e di quello che è normale fare, non solo con Suso – aggiunge – Servono incontri singoli, non abbiamo avuto ancora tempo, sono incontri dovuti, parleremo con tutti i giocatori. Oggi c’è stato un incontro per raccontarci un po’ di cose, di sensazioni, cose da discutere, tutte cose normali quando arriva una nuova proprietà».

LOCA NON SI MUOVE – Leonardo ha smentito anche la partenza di Locatelli: «Non abbiamo mai pensato di farlo partire. Più o meno questa cosa era nell’aria per molto tempo, è rimasta in attesa e si possono creare tante incomprensioni. L’attesa ha portato a scelte, decisioni, ma non abbiamo mai pensato di farlo partire da quando siamo arrivati noi. Dobbiamo capire gli umori, perché chi resta deve restare felice per rendere. Anche noi abbiamo i nostri doveri di renderli felici nel buon senso, di base ci deve essere la voglia rimanere, di rispettare le regole e l’allenatore: tutto questo e’ fondamentale».

SILVA IN PARTENZA – Leonardo apre al possibile addio di André Silva: «Ci sono tante situazioni che abbiamo cercato di capire, dobbiamo capire le intenzioni di ognuno, in certe situazioni è difficile, stiamo cercando di costruire. C’è la possibilità che vada via, bisogna vedere dove e come. L’esterno d’attacco? Avevamo una rosa di 32 giocatori, dovremo avere un numero logico per la rosa. Detto questo, aspettiamo le situazioni e credo che questo Milan sia già una squadra competitiva, anche se rimane così oggi, può migliorarsi rispetto agli anni scorsi». Quanto a Carlos Bacca, Leonardo assicura che «il rapporto è ottimo. Stiamo cercando di risolvere le cose in ambiente molto positivo. Sa della situazione, anche lui ha le sue esigenze e le sue decisioni prese, vediamo se riusciamo a trovare la quadra buona per tutti, potrebbe anche rimanere. E’ tutto aperto». 

MILINKOVIC – Il Milan sembra non pensare a Milinkovic-Savic: «E’ difficile, purtroppo oggi non entra nei nostri parametri – ribadisce ancora una volta Leonardo – Mezza Europa lo sogna, è moderno, bravo di testa e negli inserimenti. Purtroppo in questo momento non è una cosa fattibile. Bakayoko? Non nego che stiamo parlando, abbiamo dei paletti, vediamo cosa succede, abbiamo ancora sette giorni, vediamo le vere possibilità. Lui è una delle possibilità».

MALDINI E GLI OBIETTIVI – Al fianco di Leonardo c’era Maldini che ha raccontato le sue emozioni nel tornare dopo 9 anni a Milanello: «Per me è stata la prima volta dopo tanti anni ed è stata un’emozione grande: anche se tante cose sono cambiate, la magia di Milanello rimarrà sempre. Qui abbiamo costruito i nostri grandi successi e l’idea è di venire abbastanza spesso, rivivere ancora quei momenti lì e ripeterli con questa squadra, anche se sara’ un percorso abbastanza lungo». Il nuovo direttore direttore sviluppo strategico area sport del Milan ha parlato degli obiettivi stagionali: «Migliorare di un posto rispetto all’anno scorso sarebbe bello, di due bellissimo, perché si sa la differenza che c’è a giocare o non giocare la Champions League». 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.