Juventus Fiorentina, tutto quello che c’è da sapere

19 Aprile 2019
25 Views



Dopo la sconfitta contro la Spal a Ferrara e l’eliminazione dalla Champions League in seguito al doppio confronto con l’Ajax, la Juventus avrà a disposizione il secondo match point per chiudere definitivamente il discorso scudetto. Ai bianconeri basterà ottenere un punto contro la Fiorentina per festeggiare l’ottavo titolo consecutivo. In caso di vittoria del titolo dopo questa partita, la Juventus eguaglierebbe il record dell’Inter 2006/2007, fino a oggi unica squadra ad aver vinto il titolo con cinque turni d’anticipo da quando si assegnano tre punti per vittoria. Per i viola, invece, sarà la seconda partita della gestione Montella, dopo la gara d’esordio del ‘nuovo’ allenatore (tornato a Firenze per sostituire il dimissionario Stefano Pioli) finita 0-0 contro il Bologna.

Quando e a che ora si gioca Juventus-Fiorentina?

La partita tra Juventus e Fiorentina, valevole per la 33^ giornata del campionato di Serie A, si giocherà sabato 20 aprile alle ore 18.00 all’Allianz Stadium di Torino.

Quanti sono i precedenti tra le due squadre?

Quello dell’Allianz Stadium sarà il confronto numero 160 tra Juventus e Fiorentina. I bianconeri, nei 159 precedenti, sono in netto vantaggio con 76 vittorie, contro i 50 pareggi e i 33 successi viola. La Fiorentina, inoltre, ha vinto appena 6 volte nelle 79 partite giocate a Torino: per il resto ci sono 53 vittorie della Juventus e 20 pareggi. Quella bianconera è la squadra contro cui i viola hanno perso più partite in Serie A (ben 76) e quella contro cui hanno la percentuale più bassa di vittorie (il 21%). Da quando c’è il nuovo stadio, la Juventus ha sempre vinto contro la Fiorentina: sette vittorie su sette, con 14 gol segnati (2 di media a partita). Tra l’altro, quella contro la squadra viola, sarà la partita numero 150 dei bianconeri nel nuovo stadio: il bilancio, fino a oggi, è di 126 vittorie (l’85% delle gare giocate) e 333 gol segnati.

Qual è lo stato di forma delle due squadre?

La Juventus, come detto, ha frenato negli ultimi giorni subendo due sconfitte consecutive. Quella contro la Spal indolore, considerando che i bianconeri hanno lo scudetto in tasca. In quella partita Massimiliano Allegri ha tenuto a riposo praticamente tutti i titolari, schierando tanti giovani per preservare i calciatori migliori per l’appuntamento contro l’Ajax. La Juventus, però, ha subito un’altra sconfitta con il club olandese, un 1-2 che ha portato all’eliminazione dalla Champions League ai quarti di finale. I bianconeri potranno però tornare a festeggiare ottenendo almeno un punto in questa partita contro la Fiorentina, che porterebbe all’ottavo scudetto di fila. I viola, invece, non vincono da ben otto partite e hanno detto addio ormai da settimane al sogno Europa: in questo ciclo di partite sono arrivati addirittura cinque pareggi (contro Inter, Lazio, Torino, Roma e Bologna) e tre sconfitte (in trasferta contro Atalanta e Cagliari e in casa contro il Frosinone). La Fiorentina è già ripartita e ha deciso di programmare il futuro con Vincenzo Montella, che ha esordito nell’ultimo turno con un pareggio interno per 0-0 contro il Boogna. I viola sono ancora in corsa per la Coppa Italia e sono in attesa di giocare la semifinale di ritorno contro l’Atalanta (l’andata, al Franchi, è finita 3-3).

Quali giocatori possono essere protagonisti?

Dopo l’eliminazione dalla Champions League, Massimiliano Allegri dovrebbe rilanciare anche in campionato i titolarissimi. Compreso Cristiano Ronaldo, che è rimasto fuori nelle ultime sei partite giocate dai bianconeri in Serie A. L’uomo del momento in campionato, per la Juventus, è però Moise Kean: l’attaccante classe 2000 ha segnato sei reti nelle ultime sei partite e va in gol da quattro gare consecutive. Tra l’altro Kean ha segnato la sua prima doppietta in Serie A proprio alla Fiorentina, lo scorso anno con la maglia dell’Hellas Verona. Gli attaccanti che sono stati schierati di più da Allegri, in questo 2019, sono Federico Bernardeschi (831 minuti) e Mario Mandzukic (687 minuti): entrambi, però, devono ancora trovare la via della rete nel nuovo anno. La Fiorentina, invece, spera di ritrovare i gol di Luis Muriel, che era partito fortissimo con tre reti nelle prime due partite e con sei gol nelle prime otto. Il colombiano si è poi fermato e non segna da cinque gare consecutive. Ma in tutta la rosa della squadra viola c’è un solo calciatore che in carriera è riuscito a segnare almeno un gol alla Juventus: è Giovanni Simeone, che nel novembre del 2016 segnò una doppietta ai bianconeri a Marassi con la maglia del Genoa.



Source link

condividilo nei tuoi social

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.