Juve Atletico, l’arbitro è Kuipers: chi è il milionario che dirigerà il match di Champions



Sarà Bjorn Kuipers l’arbitro di Juventus-Atletico Madrid. Il fischietto olandese, infatti, è stato designato dalla UEFA per dirigere la delicatissima sfida di ritorno degli ottavi di finale di Champions League in programma martedì 12 marzo, alle ore 21, all’Allianz Stadium di Torino. Nel match che vedrà la Juventus impegnata a dover rimontare il 2-0 subìto all’andata al Wanda Metropolitano di Madrid, Kuipers sarà coadiuvato dai connazionali Sander Van Roekel ed Erwinn Zeinstra, i quali fungeranno da assistenti. Olandese anche il quarto uomo, Dennis Higler, così come gli addetti al Var, Danny Makkelie e Pol Van Boekel.

I precedenti con la Juve

Bjorn Kuipers ha già diretto la Juventus in sei occasioni. Bilancio in equilibrio nei precedenti con i bianconeri, che nelle gare arbitrate dal fischietto olandese hanno ottenuto una vittoria, quattro pareggi e una sconfitta. Nello specifico, il successo della Juventus è arrivato nella semifinale di ritorno della Champions League 2017 contro il Monaco (2-1), mentre l’unico ko risale addirittura al lontano 2010, quando i bianconeri vennero battuti dal Fulham 4-1 in Europa League. Due pareggi, infine, sono arrivati in Champions League (1-1 in casa con il Lione e 0-0 al Camp Nou con il Barcellona) e in Europa League (1-1 in trasferta con il Borussia Monchengladbach nel 2015 e 1-1 in casa con la Fiorentina nel 2013). Chi non ha buoni ricordi di Kuipers, però, è Massimiliano Allegri, che ha incrociato l’arbitro olandese anche nei quarti di finale di Champions League 2011/12 quando era alla guida del Milan. Nella gara di ritorno contro il Barcellona, Kuipers concesse ai blaugrana un calcio di rigore per un fallo di Nesta a gioco fermo su Busquets che spianò la strada alla rimonta spagnola. Se Allegri non sorride, probabilmente è ancor più preoccupato Diego Pablo Simeone: Kuipers, infatti, ha diretto diverse volte l’Atletico Madrid negli ultimi anni ed è ricordato dai Colchoneros per essere stato l’arbitro della finale di Champions League del 2014, quando l’Atletico venne raggiunto nei minuti di recupero dai rivali del Real Madrid prima di cadere ai tempi supplementari. In questa edizione della Champions League, infine, Kuipers è già stato impegnato in tre gare, due delle quali hanno visto squadre italiane protagoniste: Real Madrid-Roma 3-0 e Napoli-Paris Saint Germain 1-1. Kuipers ha inoltre arbitrato anche la finale di Europa League 2013 e 2018 e l’ultimo atto della Confederations Cup 2013.

Chi è Kuipers

Personaggio piuttosto particolare, Bjorn Kuipers è passato alla storia per aver “graziato” il primo morso di Luis Suarez ai tempi dell’esperienza dell’attaccante uruguaiano in Olanda, all’Ajax. Era il 2010, infatti, quando Suarez morse per la prima volta un avversario, Otman Bakkal, colpito alla spalla destra. Figlio di un altro arbitro, il direttore di gara olandese è diventato famoso per essere riuscito a mettere in piedi un vero e proprio impero. Kuipers, quarantacinque anni, con un patrimonio stimato in circa 12.4 milioni di euro è ritenuto l’arbitro più ricco del mondo. Alla base della sua fortuna la C100, una catena di supermercati diffusa in Olanda che ha oltre 500 sedi sparse in tutta la nazione e che frutta entrate stimate tra i 2 e i 4 milioni di euro annui. Un investimento particolarmente azzeccato quello di Kuipers, che con la sua azienda compare come sponsor anche sulla tuta della Red Bull del connazionale Max Verstappen. Come se non bastasse, oltre agli introiti derivanti dalla catena di supermercati Kuipers percepisce anche lo stipendio di arbitro di Eredivisie e incassa qualche migliaio di euro per le gare dirette nelle competizioni UEFA. Infine, per provare ad ampliare ulteriormente i propri guadagni, di recente ha apersto anche una bottega da barbiere.



Source link

condividilo nei tuoi social

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.