Friedkin sbarca in Italia: forse a Torino per Juve-Roma

22 Gennaio 2020
13 Views


Friedkin avanza. Il magnate texano sta procedendo con i suoi avvocati per l’acquisto della Roma. Ha chiesto all’advisor di fare tutti gli accertamenti possibili, anche per le procedure Antitrust e per evitare contenziosi legali. Non c’è più l’urgenza di entrare a gennaio per intervenire sul mercato (la Roma prenderà comunque un attaccante in prestito e lo farà con le risorse attualmente a disposizione) e neppure per lo stadio, visto che con la crisi in Campidoglio sull’emergenza rifiuti si andrà ancora per le lunghe per la votazione in aula della convenzione urbanistica. Ieri la Raggi ha visto la sua maggioranza spaccarsi e far prevalere le posizioni contro la sua decisione sulla discarica a Monte Carnevale. Sorprende che tra i dissidenti figurino alcuni fedelissimi della sindaca. L’espressione esplicita dell’aula potrebbe portare a un ricorso al Tar sulla delibera adottata dalla Giunta alla fine del 2019 sul sito individuato per la nuova discarica. Se la frattura non dovesse risanarsi non sarebbe un segnale positivo per il voto sullo stadio della Roma. Intanto entro i primi di febbraio Vitek diventerà proprietario dei terreni e del progetto di Tor di Valle e questo agevolerà il dialogo con la Raggi. Per la cessione dei terreni i legali sono in attesa di un documento di asseverazione, vale a dire la certificazione da parte di un professionista di un accordo per la tutela sui vincoli che Eurnova deve rispettare. Una volta ceduti ufficialmente i terreni potrà riprendere il dialogo con il Comune, che questa volta si confronterà con Vitek assistito dagli stessi consulenti che avevano lavorato al progetto con Eurnova.

Friedkin a Milano, forse a Torino per vedere Juve-Roma

Dan si interessa della Roma ed è sempre più coinvolto, tanto che in questi giorni con il figlio Ryan si trova tra Milano e Lugano, è arrivato in Italia con un aereo della sua compagnia. Si sente quotidianamente con Fienga e gli avvocati della JpMorgan e dello studio Chiomenti, che ha sede a Milano. Oggi potrebbe spostarsi a Torino per incontrare i dirigenti e forse vedere la partita contro la Juve. La due diligence è quasi ultimata, si lavora per il closing, previsto per la fine del mese, con le firme a metà febbraio. Le verifiche antitrust non comporteranno un allungamento dei tempi, perchè è una procedura che non richiede troppo lavoro e può essere fatta anche dopo il closing, con tutta calma. In questa operazione sono impegnati molti consulenti, con parcelle molto elevate. Lo studio Tonucci, che rappresenta legalmente la Roma, non solo il presidente, ha fornito puntualmente tutti i documenti necessari. L’esigenza di entrare entro la fine del mese per anticipare parte degli investimenti sul mercato invernale è stato superata. Nel confronto con Friedkin l’attuale management ha assicurato che potrà far fronte alle necessità di rafforzamento della rosa a gennaio senza grossi investimenti. Il texano ha fiducia nella struttura che fa capo a Fienga, che sarà confermata anche dalla nuova proprietà. […]

Leggi l’articolo integrale sull’edizione del Corriere dello Sport-Stadio oggi in edicola


Roma, Under torna incedibile

condividilo nei tuoi social

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.