Fiorentina-Chievo 1-0, Sanchez gol: Sousa si gode la festa dei 90 anni viola

28 Agosto 2016
270 Views

Decide un colpo di testa del colombiano al 28′ del primo tempo: i viola rischiano solo su un tiro di Meggiorini respinto di tacco dal giovane portiere Lezzerini, poi colpiscono una traversa con Ilicic. Trauma cranico per Tatarusanu.

Festa completa. Un colpo di testa di Sanchez regala la prima vittoria alla Fiorentina in questo campionato, rendendo ancora migliore il morale dei tifosi accorsi allo stadio per festeggiare il compleanno numero 90 del club (nato il 29 agosto del 1926).
LA PARTITA — Paulo Sousa lancia dal primo minuto i nuovi Milic e Sanchez, Alonso arretra in difesa visto che Gonzalo Rodriguez è out per infortunio, Ilicic e Borja Valero giostrano dietro Kalinic. Il Chievo risponde con Birsa, che ha steso l’Inter alla prima con una doppietta, dietro Inglese e Meggiorini. Cinque minuti e i viola fronteggiano il primo problema. Un guaio muscolare toglie Vecino dal match, dentro Badelj. Nelle fasi iniziali è Tello il più ispirato, ma sui suoi traversoni taglienti non trova compagni pronti. Fa caldo a Firenze e i ritmi ne risentono. Serve un guizzo o un calcio piazzato per sbloccare il match. E così accade. Dopo 28 minuti senza occasioni un corner di Ilicic vede svettare la folta chioma di Sanchez, generalmente specialista in palloni recuperati più che in reti realizzate. Stavolta però si trasforma in bomber, palla all’angolo e viola in vantaggio. Due minuti più tardi Tatarusanu viene colpito in testa dal piede di Meggiorini, la botta si fa sentire (trauma cranico, sarà trasferito in ospedale per i controlli) e anche il romeno deve uscire: al suo posto Lezzerini. Ci prova anche il Chievo con Hetemaj, palla alta sopra la traversa. Prima dell’intervallo guizzo di Ilicic il cui destro termina out. E doppia occasione, senza esito, per Sanchez.
RIPRESA — Il primo brivido del secondo tempo porta la firma di Meggiorini che gira a botta sicura da pochi passi: Lezzerini salva tutto con la pianta del piede, con gli uomini di Maran già pronti ad esultare. Sessanta secondi dopo sono i viola a sfiorare il raddoppio con un sinistro a girare di Ilicic, sibilato di un niente alla destra di Sorrentino. All’11’ terzo infortunio per la formazione di Sousa. Anche Sanchez va ko: Cristoforo non è ancora a disposizione quindi il tecnico portoghese inserisce Bernardeschi, arretrando Borja Valero sulla linea mediana. La Fiorentina sbuffa, a tratti soffre: Sousa urla, del resto tre cambi obbligati in meno di un’ora innervosirebbero chiunque. Maran butta dentro Pellissier per Birsa puntando su un tridente vero. L’urlo di gioia dei tifosi di casa viene ancora strozzato in gola quando la traversa ferma il colpo a girare del solito Ilicic. Finisce con la vittoria viola e la parate di stelle che hanno scritto la storia del club di casa omaggiate sul terreno di gioco. Davvero un bel compleanno per i fiorentini.
condividilo nei tuoi social

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.