Cosenza-Casertana, Braglia: “Serve l’affetto del pubblico”

0
119



La vittoria in rimonta sulla Sicula Leonzio nel primo turno dei playoff, adesso la sfida alla Casertana: il Cosenza cerca il pass per accedere alla fase nazionale degli spareggi promozione nella gara che di disputerà domani sera con fischio d’inizio alle ore 20:30 al San Vito-Marulla. Una match che Piero Braglia presenta così in conferenza stampa: “Con la Casertana siamo sempre andati a sbattere contro, si sono messi dietro e loro ci hanno punito in contropiede anche lì al ‘Pinto’: sono una squadra quadrata, una squadra che sta bene, che ha fatto fatica a trovare la propria dimensione coi cambi d’allenatore ma che ora è in salute. Quello che ha di pericoloso la Casertana è Turchetta, che si sposta molto e non dà riferimenti, dovremmo cercare di fare qualcosa per fermarlo, c’è Pinna che sta facendo benissimo, Polak è un ottimo centrale, Romano si inserisce alla grande. Dovremo stare molto attenti”, le parole dell’allenatore del Cosenza, che domani assisterà al match dalla tribuna perchè squalificato.

“Serve l’affetto del nostro pubblico”

Braglia ha poi proseguito: “Abbiamo preparato bene questa gara, speriamo di fare un’ottima partita. La formazione da noi si ragiona partita per partita, a chi fa bene va data sempre un’opportunità ma i titolari si decidono in base a come si imposta la gara. Dovremo stare attenti. Noi siamo tutti abili e arruolabili, salvo problemi dell’ultim’ora”. L’allenatore del Cosenza ha poi aggiunto: “Appelli al pubblico? Ogni gruppo ha le proprie motivazioni e noi non possiamo metterci in mezzo alle loro ragioni, io faccio l’allenatore: certo l’affetto del pubblico serve, spero che vengano in tanti o che ci spingano come l’altra volta. Mi hanno detto del Pordenone un anno fa, quindi se passi i turni la gente arriva, ma anche il pubblico che c’era col Catanzaro mi andrebbe benissimo, era un’atmosfera meravigliosa”, ha concluso l’allenatore rossoblù Piero Braglia.



Source link

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO