Chiesa, l’applauso e l’assist alla Juve

21 Aprile 2019
43 Views


INVIATO A TORINO – Un applauso che vale come l’inizio di una storia d’amore. Non è stato come quello che un anno e qualche giorno fa salutò la spettacolare rete di Cristiano Ronaldo, capace di incantare lo Stadium con una rovesciata nell’andata dei quarti di finale di Champions. Anche ieri, però, i tifosi bianconeri hanno testimoniato la loro stima per Federico Chiesa, uscito nella ripresa della gara contro la Fiorentina dopo una prestazione superlativa. Il tecnico viola ha colpito un palo e una traversa, ha servito a Milenkovic il cross deviato da Rugani che ha fruttato il momentaneo 1-0 e si è reso protagonista di altre giocate importanti. Da grande giocatori. E lo stadio colorato a festa, non è rimasto indifferente, ma si è sciolto in un applauso spontaneo quando Montella lo ha richiamato in panchina per preservarlo in vista della semifinale di ritorno di Coppa Italia.

PRIMO OBIETTIVO – Non è un mistero che Chiesa in questo momento sia il primo obiettivo per l’attacco della Vecchia Signora. Piace anche Joao Felix, ma il figlio d’arte ha il vantaggio… di essere italiano e di costare di meno rispetto al portoghese del Benfica che ha una clausola rescissoria da 120 milioni. Federico non è mai uscito allo scoperto dichiarando di voler lasciare la Fiorentina, ma qualche mese fa non, rispondendo a una domanda a un incontro con dei bambini, non ha negato la possibilità futura di vestire la maglia della Juventus. Ieri sull’argomento si è espresso il ds bianconero, Fabio Paratici: «Chiesa è bravo – ha detto – e non c’era bisogno di vederlo oggi, o in altre gare. Presto partiremo con la programmazione». Chiesa sarà il primo nome nella lista per l’attacco e sarà un altro innesto di valore in arrivo da Firenze con un certo Roberto Baggio e Bernardeschi.

QUANTO COSTA – Per la Juventus, però, la strada non sarà in discesa perché dall’estero stanno premendo: il Bayern Monaco e i club della Premier seguono Chiesa e pure l’Inter, che però non ha da investire certi soldi, sono interessati. Paratici andrà alla ricerca di una contropartita economica che possa interessare Corvino e l’affare in qualche modo verrà chiuso. Lo vuole la Juventus e soprattutto lo vogliono i suoi tifosi. Quell’applauso non è passato inosservato al presidente Agnelli. Sarà Federico il regalo per lo scudetto?

condividilo nei tuoi social

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.