Chelsea-Arsenal, Emery: “L’Europa League è speciale. Ora completiamo l’opera”



“Il nostro principale obiettivo all’inizio della stagione era quello di qualificarci per la Champions League: classificandoci tra le prime quattro in Premier, oppure vincendo l’Europa League. Questa è dunque l’occasione che aspettavamo e la affronteremo senza paura”, idee chiare quelle di Unai Emery, allenatore dell’Arsenal, alla vigilia della finale di Europa League a Baku contro il Chelsea. “Ho già vinto per tre volte questo trofeo in panchina e i miei giocatori devono sapere che l’Europa League è speciale, devono dare il massimo”, ha proseguito l’allenatore spagnolo. Emery suona la carica al suo Arsenal: “La cosa principale per noi è la conquista di questo titolo per cui abbiamo combattuto per tutta la stagione. La qualificazione per la Champions League arriverà da sé, in caso di vittoria. Vogliamo dimostrare a tutti di cosa siamo capaci, dobbiamo vivere con gioia ed entusiasmo questa finale, abbiamo i mezzi per potercela fare”, ha aggiunto.

“Daremo il massimo per completare l’opera”

“Arrivare tra le prime 4 in Premier è difficile, così come lo è in Spagna, Germania e Italia. Non abbiamo mai snobbato l’Europa League, nel corso della competizione abbiamo eliminato grandi squadre come il Napoli e il Valencia. Ora dobbiamo completare l’opera”, ha aggiunto Emery. L’allenatore dell’Arsenal ha poi aggiunto: “Squadra favorita? Il Chelsea ha già vinto questa competizione e farà il massimo per conquistare di nuovo il titolo, senza pensare di essere già in Champions. I loro obiettivi saranno identici ai nostri: entrambi vogliamo rendere felici i nostri tifosi. Non faccio pronostici, però sono sicuro che la mia squadra darà il massimo in campo”, ha aggiunto Emery. Che non si sbilancia sulla possibilità di confermare Cech in porta: “Rispetto tanto Cech, la sua carriera è incredibile, prima come persona e poi come portiere. Merita la nostra fiducia, la sua carriera dimostra che è un signore. Vorrei fare qualcosa di speciale per lui in questo suo finale di carriera, indipendentemente dal fatto che giochi o meno”, ha concluso l’allenatore dell’Arsenal.



Source link

condividilo nei tuoi social

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.