Catania non sfonda il Trapani lo punisce

0
42



Il big match del Provinciale è andato al Trapani che ha superato il Catania col punteggio di 2-0. Bella cornice di pubblico allo stadio di Erice con tifosi gemellati che hanno spinto per tutti i 90’ le due squadre. Il Catania che ha cominciato bene è stato stordito da Silvestri che di testa ha fulminato Pisseri. Si sapeva che i granata hanno diversi saltatori capaci di fare male ma il Catania non ha saputo trovare le giuste contromisure con una difesa molto incerta. Etnei organizzati e propositivi per lunghi tratti del match nel primo tempo specie sulla corsia di destra ma poco incisivi negli ultimi sedici metri con Curiale in giornata no. Il gol di Reginaldo in chiusura del primo tempo ha reso difficile la partita del Catania che non è più riuscito a rientrare nella ripresa perdendo il derby contro i granata. Nel complesso Calori ha vinto ai punti il match con Lucarelli che ha perso la sua quarta partita in campionato. 


CRONACA – Due squadre schierate a specchio al Provinciale con un 3-5-2, modulo di base per bloccare il gioco esterno dell’avversario. Il Catania ha avuto un buon approccio alla gara con Semenzato molto propositivo sulla destra che spingeva con il supporto di Aya. Trapani che a sinistra con Rizzo invece era in difficoltà e a destra Marras si infrangeva contro Marchese. Mazzarani ha agito sulla sinistra schierato da Lucarelli a sostegno di Curiale punta avanzata. Tanta intensità e buone idee di gioco delle due squadre a metà primo tempo con il Catania che sembrava avesse il controllo del match. Occasione colossale per gli etnei con Semenzato che anziché tirare col destro ha sterzato provando il dribbling finendo a terra. Episodio dubbio dentro l’area di rigore granata. Ma la linea difensiva a zona schierata di Lucarelli non ha funzionato e Silvestri ha sbloccato il match con un colpo di testa. Il Catania ha provato a reagire sfiorando il pareggio con Semenzato ma la doccia fredda è arrivata prima della fine del primo tempo con Reginaldo che ha approfittato di una chiusura errata e in ritardo di Bogdan per battere Pisseri. Un 2-0 che non ha rispecchiato quello che si è visto in campo con un Catania organizzato che non ha punto. La miglior difesa del campionato dei rossoazzurri ha avuto la peggio contro il miglior attacco. Curiale in 45’ minuti non ha risposto presente davanti ai suoi ex tifosi.


Nella ripresa il Catania è tornato al modulo delle ultime partite con il 4-3-3, ma dopo i primi 10 minuti la musica non è cambiata. La prima mossa di Lucarelli è arrivata presto: Di Grazia e Russotto in campo e Caccetta e Semenzato out. Il folletto numero 7 etneo si è piazzato a sinistra e Di Grazia a destra. L’estro e l’intuizione di Russotto ha consentito a Marchese di trovare con un bel tiro l’incrocio dei pali. Catania sfortunato. Mazzarani si è abbassato per cercare di dare una mano al centrocampo e poi in fase di possesso attaccare gli spazi. Ancora Russotto a sinistra ha attaccato bene la profondità ed ha trovato Curiale al centro dell’area ma la punta non ha trovato l’impatto di testa. Catania poco incisivo mentre il Trapani con Reginaldo ha sfiorato il tris. Lucarelli a 14’ dalla fine ha schierato tutto il potenziale offensivo inserendo Ripa al posto di Biagianti. Non cambia nulla e per il Catania che ha perso smalto e lucidità è arrivata la sconfitta nel derby.


TRAPANI-CATANIA 2-0


MARCATORI: 28′ Silvestri, 42′ Reginaldo


TRAPANI (3-5-2): Furlan; Fazio, Silvestri (dal 79′ Legittimo), Visconti; Marras (dal 93′ Bajic), Maracchi, Palumbo (dal 79′ Bastoni), Steffé, Rizzo; Reginaldo, Evacuo (dal 72′ Murano). A disposizione: Pacini, Ferrara, Taugourdeau, Canino, Girasole, Culcasi. Allenatore: Calori.


CATANIA (4-3-3): Pisseri; Aya, Tedeschi, Bogdan, Marchese; Caccetta (dal 54′ Russotto), Lodi, Biagianti (dal 76′ Ripa); Semenzato (dal 54′ Di Grazia), Curiale, Mazzarani. A disposizione: Martinez, Bucolo, Fornito, Manneh, Esposito, Lovric, Rossetti, Correia. All. Lucarelli


ARBITRO: Pontera della sezione di Bologna


AMMONITO: Curiale, Rizzo, Reginaldo


ESPULSO: al 46′ Lucarelli



Source link

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO