Calciomercato, Guardian: “Chelsea ha violato norme sui minorenni, blocco mercato in arrivo”

19 Gennaio 2018
212 Views



Come tutto ebbe inizio

Se l’indagine è scattata solo a settembre, tutto ha avuto inizio in realtà nel gennaio del 2014, mese in cui il Chelsea mise sotto contratto l’attaccante del Burkina Faso, Betrand Traoré, oggi al Lione dopo un passaggio all’Ajax. Il giocatore venne tesserato ufficialmente dai Blues il primo gennaio del 2014, poco dopo essere diventato maggiorenne, ma alcune foto lo ritraevano mentre giocava, oltre due anni prima, una partita amichevole contro l’Arsenal. Era il 23 ottobre del 2011 e Traoré a quell’epoca aveva solo 16 anni, un’età che non avrebbe potuto consentire al Chelsea di tesserarlo. Per le leggi Fifa, infatti, un minorenne può essere ingaggiato da un club straniero solo se i genitori del calciatore si sono già trasferiti in quella nazione per motivi non legati al calcio oppure se la città del club interessato non dista più di 50 km dai confini del paese natale del giocatore. Nessuna di queste due condizioni erano soddisfatte nel caso di Traoré e il campanello d’allarme ci mise poco a scattare negli uffici della Uefa. Che da quel momento in poi ha sempre tenuto sotto controllo il Chelsea, condannato nel 2009 allo stop di due sessioni di mercato per l’acquisto di un altro giovane, Gael Kakuta. In quel caso Abramovic venne salvato dall’appello che cancellò la sentenza, questa volta, se le anticipazioni del Guardian sono vere, per i Blues ci sarà poco da fare.



Source link

condividilo nei tuoi social

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.