Berardi-Roma: la trattativa c’è, ma va piano

11 Giugno 2018
152 Views


ROMA – Diciamo così: che al Sassuolo se ne intendono. Diciamo anche che in questo caso ci vuole poco. E ora vi spieghiamo tutto. La trattativa per Domenico Berardi in giallorosso va avanti da un po’, fatta di telefonate, sms, incontri più o meno ravvicinati, schermaglie. Ci sono giovani giallorossi che sono finiti dentro i dialoghi tra i due club. Perché spesso tra Roma e Sassuolo le contropartite a parziale copertura dei valori economici, sono servite a risolvere le difficoltà e i momenti di empasse. E allora Antonucci, e allora Valeau, tanto per dirne due. Verde e Tumminello (che però pare diretto a passo spedito all’Atalanta), volendo salire di livello a passare al rango dei giovani che hanno già calcio professionistico alle spalle. Berardi piace tanto a Eusebio Di Francesco, ma gira che ti rigira, l’ultimo atto non è ancora arrivato: ci siamo vicini, sì, non suona ancora il gong. Un perché c’è e ora che ve lo sveliamo capirete anche le ragioni fondate della riflessione. Diciamo anche che la cosa non ha bloccato la trattativa. Ha solo dato al Sassuolo un elemento utile a non disperdere energie.

La questione è questa. Il primo nome della lista che il Sassuolo ha presentato alla Roma a Trigoria d’istinto lo hanno depennato subito: è Alessio Riccardi. Ora se in questo momento a Roma e non solo, c’è un giocatore di cui si parla come di un talento mozzafiato, uno di quelli che potrebbe mettersi in scia con la straordinaria storia di Francesco Totti questo è Alessio Riccardi: non vogliamo fare paragoni scomodi o pesanti come macigni, ma solo fotografare un percorso ideale riconoscendo al ragazzo un valore tecnico davvero importante.

Leggi l’articolo completo sull’edizione odierna del Corriere dello Sport

condividilo nei tuoi social

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.