Barzagli: “Ero arrivato al limite. Non so ancora se farò l’allenatore”

20 Luglio 2019
68 Views



Quello di Andrea Barzagli è il nome di spicco, tra quelli dei calciatori rimasti senza contratto che hanno preso parte al ritiro organizzato dall’Associazione Italiana Calciatori. L’ex difensore della Juventus vi sta partecipando perché in parallelo agli allenamenti è possibile frequentare un corso al termine del quale si può diventare allenatore con licenza UEFA B. “Ho avuto tanti allenatori, da ragazzo fino agli ultimi anni: sono tutti fonte di ispirazione, perché ognuno ha il suo carattere e il suo metodo, poi dipende. Io ancora non so bene se farò da grande l’allenatore, perché penso che ci voglia passione e bisogna essere capaci. Quindi uno lo vede negli anni successivi” ha spiegato Barzagli nell’intervista rilasciata a Sky Sport. Che si dice sereno e senza rimpianti: “In questo momento non mi manca niente, sto molto bene, sereno. Può essere che tra qualche mese mi possa mancare il campo, perché è da 20 anni che faccio questa vita. Adesso però penso di essere arrivato al limite alla fine dell’anno scorso, quindi ci sta di staccare. Poi abbiamo intrapreso questa nuova avventura e la faccio con il solito spirito”.

Il ritiro per giocatori senza contratto dell’AIC

Oltre ad Andrea Barzagli, sono presenti diversi ex calciatori di Serie A al ritiro per gli svincolati: ci sono Sorrentino, Nocerino, Domizzi, Pasqual, Acquafresca, Brivio, Puggioni e Capuano tra gli altri. Sono seguiti da uno staff tecnico coordinato da Renzo Ulivieri, presidente dell’Associazione Italiana Allenatori di Calcio. Durante questo periodo, verranno organizzate delle amichevoli in modo da permettere ai giocatori di mettersi in mostra così da trovare una squadra.



Source link

condividilo nei tuoi social

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.