Allegri: «Juve, contro l’Ajax dovremo essere iene»

15 Aprile 2019
7 Views



TORINO – Massimiliano Allegri senza Mandzukic non ha dato certezze sulla formazione anti Ajax, ma in compenso ai suoi ha chiesto una gara attenta, fisica e con più precisione dei passaggi rispetto all’andata ad Amsterdam. Vuole una Juventus perfetta o quasi perché sa che contro gli olandesi sarà molto dura.

Allegri, cosa cambia l’infortunio di Mandzukic nel suo piano-partita?
Non sconvolge niente perché probabilmente non avrebbe giocato comunque. Madzukic ha questo problema al ginocchio: era dopo il Milan che aveva avuto delle difficoltà e lo abbiamo fermato. In queste partite i giocatori devono essere delle iene e devono star bene.

Quante possibilità ha Kean di partire dal 1’?
Kean dal primo minuto ha delle possibile, Dybala dal primo minuto ha delle possibilità, ma può anche darsi che non giochi nessuno dei due. Dipende da domani mattina, da come mi sveglio. Un’idea ce l’ho: magari però da qui a domani mattina la cambio di nuovo.

Douglas Costa può essere una soluzione per rimpiazzare Mandzukic?
No perché ha avuto un risentimento al polpaccio ad Amsterdam e non è nelle migliori condizioni. Speriamo di poterlo schierare almeno per 30’, ma lo saprò dopo l’allenamento di domani mattina.

Questo tra Dybala e Kean è l’unico dubbio che ha?
Dipende. Se gioca uno tra Kean e Dybala, uno tra Cancelo e De Sciglio starà fuori. Altrimenti, se staranno fuori sia Kean sia Dybala, Cancelo e De Sciglio possono giocare entrambi.

Dybala deve riprendersi la Juventus per il futuro e Kean deve prenotare la Juve per il futuro firmando il contratto. E’ così?
Le motivazioni le hanno tutti. Domani bisogna correre, che non è indispensabile, ma aiuta. Con il pallone bisogna attaccante e quando non si ha, bisogna difendere tutti. Di motivazioni, però, ne avremo: è un quarto di Champions e non c’è bisogno che l’allenatore motivi la squadra.

Chi può essere l’uomo giusto per mettere in difficoltà l’Ajax?
L’uomo giusto può essere Kean, Dybala o nessuno dei due. Magari metteremo un giocatore diverso. Per uscire dalla loro pressione servirà un palleggio fluido. Ad Amsterdam lo abbiamo fatto solo in parte e stavolta lo dovremo fare ancora meglio.

Che tipo di gara dovrà fare la Juventus? Aggredire come contro l’Atletico o essere più attento e prudente?
Vedo una partita in cui affronteremo una squadra diversa dall’Atletico. Il risultato dell’andata non conta niente e dobbiamo giocare con la stessa intensità mostrata con l’Atletico. Ci vorrà grande attenzione nella nostra metà campo e nei passaggi per sviluppare le nostre azioni. Se faremo queste cose bene, passeremo il turno. La partita rimarrà aperta fino alla fine perché noi e loro giocheranno fino al termine per vincere. Ci sarà bisogno dei tifosi in una serata fondamentale per un traguardo storico come la semifinale. I tifosi dovranno spingerci e ci daranno una mano quando ci sarà da difendere.

E’ convinto che domani come l’andata non finirà 0-0?
Sarà una gara sulla falsa riga di quella dell’andata e probabilmente non finirà 0-0.

C’è possibilità che domani Ronaldo sia capitano?
Ronaldo sta meglio fisicamente rispetto ad Amsterdam. Lui al momento della partita diventa un altro giocatore, si trasforma. Se Dybala gioca, il capitano sarà lui. Altrimenti sarà Bonucci.

Come dovrete interpretare la partita? Vi serve una gara paziente o aggressiva?
Dovremo capire i momenti della partita. Loro hanno fatto meglio a Madrid che in casa contro il Real. Dovremo essere bravi ad aggredire e a costruire bene il gioco, Sarà una partita da colpo su colpo, nella speranza che noi tireremo tre colpi e loro uno… Dovremo fare una bella partita sotto il profilo atletico, tecnico e della tattica.

Con Ronaldo Real Madrid-Ajax sarebbe finita diversamente?
Come faccio a dirlo… Qualcuna ogni tanto la indovino, ma non ho mica la palla di cristallo… Sarebbe stato anomale se la Juventus fosse uscita dalla Champions e se Cristiano avesse segnato una sola rete. Fortunatamente non è andata così e ne ha fatte 3 contro l’Atletico e una con l’Ajax.

Cambierebbe la partita senza De Jong?
Lui è molto bravo. Se giocherà non cambierà niente, ma se sarà in campo dovremo mettergli molta pressione. Noi vogliamo vincere la partita e passare il turno. Servirà una partita molto fisica.

C’è la possibilità che Spinazzola giochi?
No, domani a sinistra giocherà Alex Sandro. Contro l’Atletico Spinazzola ha giocato bene, ma il dispendio di energie fisiche e mentali è stato forte e Rugani lo abbiamo tenuto fuori dopo Amsterdam per lo stesso motivo. Abituarsi a giocare certe gare non è facile e ci vuole tempo. La testa è importante come le gambe.

condividilo nei tuoi social

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.